Il benessere attraverso la psicologia

13:35 Redazione 0 Comments


In Rubriche - Benessere psicofisico

Il benessere attraverso la psicologia

Da qualche tempo, si sente parlare di psicologia del benessere intesa come approccio specifico per l’autorealizzazione dell’essere umano e per lo sviluppo del suo potenziale.
Essa, infatti, come sottolinea il professore e psicologo Leonardo Milano, trae origine da un lato da antiche tradizioni di saggezza, dall’altro si basa sulle scoperte delle neuroscienze, con lo scopo di spingere l’uomo verso un’azione consapevole e con strumenti e metodologie mirate.
In tal senso, essa aspira alla crescita personale in quanto mira ad attivare le risorse presenti nell’individuo per permettere l’”espressione” vera della sua personalità creando un atteggiamento mentale positivo e propositivo, liberandolo ad un tempo da tutti quei blocchi che non gli consentono invece di evolvere.
In altri termini, permette di facilitare il libero fluire dell’energia vitale in modo da intraprendere un cammino verso ciò che si desidera senza che traumi e situazioni passati negative possano influire negativamente sulle scelte attuali e/o future.
Per lo meno questo diventa uno degli obiettivi della psicologia del Benessere adattandosi via via al contesto in cui la persona vive: l’uomo è così potenzialmente “centrato” su se stesso e sui suoi obiettivi, questi ultimi a sua volta in sintonia con ciò che si vuole veramente.
In quanto strumento di conoscenza, tale approccio, se da un lato consente di sviluppare il proprio potenziale, dall’altro consente di limitare gli errori inconsapevoli attivando i “talenti personali” per affrontare la vita.
Queste importanti aspetti della psicologia del benessere però non devono trarre in inganno. Non si tratta di negare il proprio passato e/o parti di sé che si trovano in disarmonia, ma solo di far acquisire strumenti e conoscenze per trasformare eventi negativi e parti di sé non in armonia in qualcosa di positivo e/o opportunità per stare bene cos se stessi e quindi con gli altri.
In genere, le tecniche utilizzate sono volte al rilassamento, al controllo della respirazione e alla visualizzazione utili per gestire le proprie energie e le emozioni negative.
Il rilassamento è indispensabile perché consente all’individuo di acquisire la capacità appunto di rilassarsi/distendersi come nuova modalità di approccio da attuare nella vita in modo che l’energia di ognuno possa fluire in modo funzionale e attivare le potenzialità rimaste eventualmente inespresse.
La psicologia del benessere impiega dunque tecniche e metodi che hanno come obiettivo quello di potenziare lo stato del benessere di ogni persona favorendo la crescita personale e l’acquisizione di un miglior equilibrio all’interno della propria quotidianità.
Infine, anche se non tutti gli autori sono d’accordo, essa si rivolge a persone senza particolari (gravi) disagi e o difficoltà per migliorare le propria condizioni psicofisiche. Di fatti si differenzia dalla Psicologia Clinica perché non si occupa di una “patologia” e dal Sostegno Psicologico perché non è un intervento attuato in un momento di crisi nella vita di una persona.
Questo campo è sicuramente nuovo ma significativo e come sottolinea il prof. Enzo Spaltro ”Oggi in effetti una psicologia del benessere è praticamente una psicologia quasi inesistente, perché ciò che esiste è prevalentemente una psicologia del malessere, basata sull'irraggiungibilità di un benessere soggettivo che qualcuno stabilisce "obiettivamente" per tutti gli altri”.


Benessere psicofisico: In benessere psicofisico vengono approfonditi temi che riguardano l'essere umano in un'ottica olistica, tenendo presenti i vari aspetti psicologici, fisiologici, relazionali, sociali ed energetici. Spazio di condivisione che favorisca la valorizzazione e la diffusione della cultura del benessere psicofisico, cioè benessere globale ove tutti gli aspetti della vita concorrono sinergicamente e adeguatamente al suo funzionamento.


Rosario Galipò è psicologo e psicoterapeuta ad indirizzo Dinamico. Le sue Esperienze sono legate al campo della tossicodipendenza e della psichiatria. Da oltre dieci anni si occupa di progetti di prevenzione, informazione e assistenza su hiv, aids, ist, e di consulenza e sostegno a persone sieropositive e alla popolazione generale relativamente ai comportamenti sessuali a rischio. E’ presidente dell'associazione Angelo del Benessere.
https://www.facebook.com/angelodelbenessereolistico?ref=hl



Per rimanere sempre aggiornato metti like alla nostra pagina Facebook

Se anche a te piacerebbe curare una rubrica su Psicologia e Salute invia un breve curriculum e la descrizione della tua proposta scrivendo a latuapsicologia@gmail.com

0 commenti: