Mente e Corpo verso un prospettiva Olistica

08:10 Redazione 0 Comments


In Rubriche - Benessere psicofisico

Mente e Corpo verso un prospettiva Olistica

Gli antichi latini ritenevano che ci fosse un’ influenza reciproca tra benessere fisico e psicologico e riassumevano questo pensiero con la famosa espressione: “Mens sana in corpore sano”.
Lo scrittore americano Nathaniel Mawthorne (1860) scriveva: “Una malattia che noi consideriamo qualcosa di completo in se stessa, può dopo tutto non essere che un sintomo di qualche sofferenza in campo Spirituale”.
Nel 1997, il Prof. Massimo Biondi, Medico, specialista in Psichiatria, dirà "La medicina dei prossimi anni difficilmente potrà fare a meno dei concetti della psiconeuroendocrinoimmunologia e delle dimostrazioni sempre più fitte sui rapporti che esistono tra cervello e organismo, tra mente e corpo, tra stress e modificazioni somatiche".
Queste premesse importanti, ci conducono oggi e sempre più spesso alla visione dell’Essere Umano in termini olistici, comprovata da tempo dal fatto che i sistemi nervoso, endocrino e immunitario comunicano tra loro.
La mente, le emozioni e il corpo non sono entità separate, ma interconnesse.
Alla base di questi concetti non ci sono solo più convinzioni filosofiche o empirismi terapeutici, ma ricerche e studi approfonditi.
David Felten, Ricercatore Americano, ha dimostrato una connessione diretta tra le fibre nervose del sistema nervoso simpatico e le cellule del sistema immunitario in diversi organi. Questi nervi sono i principali responsabili delle risposte allo stress e delle conseguenze sulla salute. Ha dimostrato che queste connessioni nervose possono influenzare l'insorgenza e il decorso del cancro, le malattie infettive, tra cui infezioni retrovirali, malattie autoimmuni (come l'artrite reumatoide), e il declino età-correlate nelle risposte immunitarie.
Ci ha fornito così delle prove dell'esistenza di una via diretta che permette alle emozioni di avere un impatto sul sistema immunitario.
Martin Seligman (1990), famoso psicologo americano che ha sviluppato la psicologia positiva, affermava che l’ottimismo influenza la salute mantenendo più attive le difese immunitarie.
Detto ciò e riprendendo la riflessione del prof. Biondi, è evidente che la medicina debba oggi essere oggi sempre più disposta a “vedere” il soggetto che soffre nell'interezza della psiche e del corpo. Non bisogna infatti perdere il senso dell'unità soma-psiche che porta a curare l'organo o la patologia e non la persona in senso assoluto. La stessa medicina psicosomatica ha ribaltato lo schema classico. Quando siamo di fronte ad una persona, non siamo mai di fronte al suo disturbo e/o alla sua malattia soltanto, ma all’individuo interno con tutto un mondo interiore fatti di aspetti fisici, sociali, psicologici, energetici.


Benessere psicofisico: In benessere psicofisico vengono approfonditi temi che riguardano l'essere umano in un'ottica olistica, tenendo presenti i vari aspetti psicologici, fisiologici, relazionali, sociali ed energetici. Spazio di condivisione che favorisca la valorizzazione e la diffusione della cultura del benessere psicofisico, cioè benessere globale ove tutti gli aspetti della vita concorrono sinergicamente e adeguatamente al suo funzionamento.


Rosario Galipò è psicologo e psicoterapeuta ad indirizzo Dinamico. Le sue Esperienze sono legate al campo della tossicodipendenza e della psichiatria. Da oltre dieci anni si occupa di progetti di prevenzione, informazione e assistenza su hiv, aids, ist, e di consulenza e sostegno a persone sieropositive e alla popolazione generale relativamente ai comportamenti sessuali a rischio. E’ presidente dell'associazione Angelo del Benessere.



Per rimanere sempre aggiornato metti like alla nostra pagina Facebook

Se anche a te piacerebbe curare una rubrica su Psicologia e Salute invia un breve curriculum e la descrizione della tua proposta scrivendo a latuapsicologia@gmail.com

0 commenti: